martedì 24 gennaio 2012

Taekwondo: per la serie "Gli esami non finiscono mai", anzi sono appena iniziati

di Franco Giannini già pubblicato su 60019.it

... senza perdere di vista il fatto che non siamo a teatro: questi sono mini atleti, non attori

Mercoledì pomeriggio, 18 gennaio, presso i locali della palestra del Liceo Perticari, si sono svolti gli esami di Taekwondo per i passaggi alla cintura di livello superiore. Ad affrontare questa esperienza le mini atlete Passoni Sofia (al primo esame per avere la cintura gialla), Magi Maria Elisa (già cintura gialla), Magi Michele (già gialla superiore) e Stefanelli Cristopher (già gialla superiore).

Per comprendere maggiormente i notevoli passi fatti in appena un anno di allenamenti, riassumo un pò le voci che servono a formulare il giudizio dell’esaminatore, che per l’occasione era nientepopodimenoche il Maestro Giovanni Berardi 7° dan di Taekwondo nel 2009: il grado più alto tra gli iscritti al CONI, nel raggio di 200 Km.

Dunque, le voci che concorrono a formare il voto sono:
- la frequenza: cioè il loro comportamento durante gli allenamenti, il loro impegno
- le forme: memoria, precisione, ritmo,equilibrio nell’ eseguire le forme.
- le tecniche: precisione nell’eseguire calci, pugni e parate
- combinazioni/combattimento: all’esame non conta chi vince, ma bisogna far vedere cosa si è appreso durante le lezioni per quanto riguarda tecniche e tattiche.

Esami di Taekwondo alla palestra del Perticari di SenigalliaE per il combattimento, senza vinti ne vincitori e senza neppure toccarsi, ma da dove si possono apprezzare solo velocità e riflessi, vi rimando alle foto di questo articolo, pur con i volti sfumati, visto che ritraggono dei minori, in cui vediamo i nostri due campioncini Michele (il più alto) e Cristopher.

Questi i punteggi che vengono assegnati dopo un esame: il minimo per passare l’esame è 30, e dai 35 punti in su si passa di ben due cinture. è molto difficile fare più di 35, sopratutto per dei bambini.

Ebbene sono stati tutti promossi al livello superiore con queste motivazioni

Christopher: atleta completo, preciso sia nelle forme che nel combattere, nei momenti di stress come quello dell’esame rende più che in allenamento, e questo è un pregio, tradito solo da qualche piccolo errore che in allenamento di solito non fa. Punti 34, che gli permettono di cingersi la vita con la cintura di colore verde.

Michele: si è impegnato molto all’esame, ed è riuscito a fare meglio di quanto non faccia in allenamento. Può migliorare nelle forme, ma bene nel combattimento. Punti assegnati 32, cosa che permette anche a lui di indossare la cintura verde.

Sofia: Punti 31,5. Assegnata cintura gialla. Il suo era il primo esame che è sempre il più difficile, perchè non sai cosa ti chiedano, non sai come affrontarlo, eppure lei c’è riuscita molto bene, anche perchè una volta preso il via non sembra un tipino timido. Bene nelle forme, e nelle tecniche. Può dare ancora di più, e al prossimo esame sicuramente lo dimostrerà.

Elisa: Punti 30 da oggi cintura gialla superiore. La più piccola, la più peperina. Una bimba di sette anni che non può essere certo perfetta nell’eseguire le tecniche, ma la sua tenacia, la mancanza del fattore emotivo a lei sconoisciuto, la porta a riuscire in tutto. Logicamente qualche piccolo errore nelle forme c’è stato, ma non grave. L’età la porta ad avere ancora un pò di paura a combattere, ma con il tempo, supererà anche questa.

Il prossimo appuntamento per tutti gli iscritti della scuola senigalliese, l’allenatore Christian Magnoni, cintura nera 2° dan, l’ha fissato per domenica 5 Febbraio ad Offagna, per uno stage di Forme organizzato dal Comitato Regionale Marche, in cui si cimenterà in qualità di dispensatore di utili consigli il Maestro Andrea Notaro, direttore tecnico della nazionale italiana di forme e medaglia di bronzo ai Mondiali di forme in Corea e Vice-Campione Europeo.


video

Nessun commento: