venerdì 30 gennaio 2009

CIR33 - MA FORSE HO FRAINTESO ?

di Franco Giannini

Riporto dei brani di un'intervista raccolta da Sandro Galli e rilasciata al RdC del 28 c.m., pagina di Senigallia, dal Presidente del Cir33, Simone Cecchettini, che mi hanno lasciato perplesso e dubbioso su alcuni punti. Il titolo era "ARRIVA UN ISPETTORE" con sottotitolo "dovrà individuare chi sgarra nella raccolta": "...L'ispettore ambientale è ormai una necessità- rispondeva il Cecchettini - non solo per evidenziare eventuali problematiche legate al gestore del servizio; bisogna infatti verificare in città il corretto conferimento. Da parte degli utenti ci sono infatti ancora difficoltà per quanto riguarda il conferimento della plastica. Anzi, è un disastro." ed ancora : "Eravamo partiti con l'obiettivo di istruirne due ma aspettiamo che da parte del Comune vi siano indicazioni ed anche risorse." ed in merito agli abbandoni : " Anche su questo fronte dovrà svolgere il suo compito l'ispettore ambientale, controllando le isole ecologiche dove conferiscono più utenti.". Si conclude l'intervista con una domanda circa la tassa ed il passaggio a tariffa : " Il passaggio da tassa a tariffa è bloccato dalla Finanziaria 2009. Il Comune insieme al Consorzio già da un anno ha pronto un nuovo piano tariffario, che però non può essere introdotto.......Ma credo che siano anche necessari investimenti per estendere entro il 2009 la raccolta porta a porta in tutte le frazioni. Questo per far compiere alla città un salto di qualità. Senigallia è al 57 % di raccolta differenziata ma ancora lontana dall'obiettivo del 65 %.".


Ora devo dire che se condivido con Cecchettini, l'inciviltà di alcuni concittadini, la loro mancanza di volontà di collaborare, devo anche suggerire di farsi un esame di coscienza e chiedersi se si tratti solo di questo, oppure c'è anche un aspetto che ha scarsamente valutato. Io sono solito chiedermi quando uno non mi comprende, non che sia uno sciocco il mio interlocutore, bensì che molto probabilmente non è sufficientemente chiaro il mio esporre, vale a dire.. non riesco a comunicare. Ecco, appunto, siete certi che la vostra comunicazione sia sufficientemente chiara ? Siete certi che le procedure suggerite siano di facile comprensione ? I giovani sono quelli che recepiscono con immediatezza, ma gli anziani ? Che cosa avete suggerito a loro ? Che in caso di indecisione è meglio buttare tutto sul "Grigio"? Più che lo spiegare è un lavarsene le mani, o no?


Parla di Ispettore Ambientale; condivido con lei che sia necessaria una persona in grado di elevare sanzioni ed operi quindi controlli, indicazioni e suggerimenti. Ma dice anche di attendere ancora dal Comune una risposta e un cenno circa le eventuali risorse. Eppoi ancora, una persona mi sembra che sia una goccia nell'oceano. Non solo, ma quando tutto ciò verrà attuato, perchè quando subentra le Amministrazioni i tempi sono quel che sono!! E le necessità giornaliere non possono attendere quei tempi che provocano disaggi, odori fastidiosi e una presentazione della città turistica non eccelsa. Allora perchè non fidarsi, almeno temporaneamente di quei cittadini più sensibili al problema e anzichè fare i sordi, non accettare i loro suggerimenti fatti di foto, telefonate, scritti, non giudicandoli solo contestatori e polemici? Oltre tutto non costano nulla!!!! Altra parola che io, al suo posto mai mi sarei permesso di usare, è quel "disastro" in merito alla raccolta della plastica. Certo che se le indicazioni -risposte su detta raccolta vengono formulate come quelle sul Tetrapak, beh non c'è da meravigliarsi che i rifiuti plastici siano di scarsa qualità. Anche perchè lei mi insegna che le tipologie di plastica, non possono essere riciclate unitamente come un tutt'uno, in quanto ne uscirebbero e ne escono, materiali definiti "Contaminati", vale a dire pressochè inutilizzabili in quanto non amalgamabili tra loro per temperature di fusione e natura delle cellule dei polimeri. La migliore qualità la si otterrebbe dividendo le stesse tipologie seguendo le sigle, ma il discorso diverrebbe lungo e troppo tecnico.

In merito poi alla tassa-tariffa, c'è proprio il timore di parlarne...benedetta quasi allora questa Finanziaria che rimanderà il tutto più in là.... In merito ai dati della raccolta mi sembra che ci sia qualche cosa che mi sfugge...fino a poco tempo fa, si leggeva che Senigallia era un Comune copiato dagli altri per i traguardi raggiunti, era un Comune che faceva scuola, era un esempio da prendere, in poco tempo avevamo raggiunto quel traguardo prefissato, oggi siamo...ancora lontani dall'obiettivo del 65%? . Forse mi sbaglio, ma che il periodo idilliaco con il Comune, non so per quali motivazioni (o le posso solamente intuire!) stia terminando?? Oh, ditemi pure, che ho solo frainteso!! Nell'eventualità me ne scuso!


FOTO di F.G.: Cassonetti spesso sovrapieni nella traversa di Via Perilli

13 commenti:

Anonimo ha detto...

Avevo già scritto al Cir il 26/12/2008.
Chissà se le multe se le commineranno anche da soli; cioè quando portano via il marrone e lo buttano nel grigio; non portano via il verde; vetro e plastica insieme, mancanza di ritiro ecc..
Se una cosa va fatta deve valere per entrambi.
Anche ieri, per l'ennisima volta, mi hanno lasciato il biglietto perchè il bidone del grigio (secondo ritiro) era vuoto.
Sono orami 4 mesi che ho disdetto il servizio, prima mi sono dovuto arrabbiare per averlo e adesso per toglierlo.
E poi che ne pensi del nuovo servizio relativo al ritiro del verde. E' mai possibile che uno che taglia l'erba debba prenotare il ritiro ?
Ma si rendono conto che l'erba puzza e non si può aspettare 15 giorni (quando va bene) che arrivano a prenderla ?
E poi come faccio a preventivare se la taglio o meno considerando che se piove l'erba non si taglia.
Prevedo numerosi cumuli di verde per le strade.
Daniele Marchetti

www.dariopetrolati.it ha detto...

Io che sono terrone quassù provo disagio fastidio umiliazione.
Si sente sempre parlare di campi avanzi a chi la sa più lunga sulla raccolta differenziata i fossi ripieni le strade il cemento.
Quando leggo la rabbia giusta rimostranza mista a dubbio tanto così come quassù si parla di avanzi spazzatura allora mi accorgo che anche se disto 300 Km.
luccicanti vetrine puttane e soldi soldi macchinone che c'è sto problema insoluto trattato con ardore ma credo poco sentito davvero intimamente.
Vedo larghi campi vuoti ove sino a ieri c'erano boschi, di notte scavano coprono col buio e la furbizia confondiamo gli altri per portarli sul nostro vero.
Nprd Sud gli avanzi di Napoli treni ripieni che vanno in Germania
treni piombati fermi in binari morti ripieni di pericolosa roba.
dario.

Anonimo ha detto...

2 soggetti, verbi, complementi oggetti ed altro al posto giusto no ?

Franco Giannini ha detto...

Gentile anonimo, grazie per le sue dotte correzioni.
Visto il suo commento esclusivamente grammaticale, presumo che sia capitato in questo blog, solo casualmente e me ne duolo perchè è sicuramente incappato in uno che parla e scrive da "mondezza". Ma sono uno che guarda sempre più all'essere che all'apparire.
Per sdebitarmi, comunque, per averle involontariamente infastidito le sue ricercate "papille intellettuali", sono amichevolmente a fornirle il giusto link che lei sicuramente voleva contattare:
http://it.wikipedia.org/wiki/Accademia_della_Crusca
Ossequiosamente la saluto.

Anonimo ha detto...

Giannini, non sono capitato qui casualmente ma leggo il suo blog volentieri e spesso. Rispetto al mio precedente msg. vediamo se lei riesce a trovare il filo del discorso del sig. Petrolati.
Non esiste una frase con senso compiuto e di sicuro non sono errori di ortografia.
Se poi sono io ottuso e l'ho disturbata venendo a scrivere a casa sua me ne dolgo.
Con ossequio.

Franco Giannini ha detto...

@Daniele Marchetti
Il dirti che concordo con te, è poca cosa perchè lascia le cose come sono. Il mio blog, come avrai ben visto, è letto da pochi intimi. Quelli che contano, quindi non lo leggono o se anche lo fanno si trincerano dietro detta scusa. Del resto le volte precedenti ho sempre inviato copia per conoscenza al Cir33, ma oramai visto la tipologia delle risposte che mi sono pervenute, preferisco sfogarmi e vomitare qui nel mio orticello tutto quello che mi angustia, attendendo, con calma che la mia rabbia si plachi. Solo la stupidità di un "Don Chisciotte" mi potrebbe far continuare una battaglia persa risaputamente prima ancora di essere dichiarata, contro quelle forze politiche-economiche che usano l'arma falsamente democratica del Silenzio. Un pò il "...Parl 'n pò...che io intant' non te stò a sentì e quand'hai finit'...io facc' cum' me par'!". La mia quindi, alla fin fine, è solo una reazione a quelle "forze" che mi vogliono far passare da stupido, quando credo di non esserlo totalmente e come arma impositiva abusano di quel loro potere che attualmente hanno.
Non risolvo nulla, ma almeno non mi schiero con i pecoroni, non pecco di vigliaccheria e la mia coscienza ne trae beneficio.

Franco Giannini ha detto...

@ Anonimo
Come vede nessuno è perfetto! Io ho frainteso che si riferisse al mio post, ma è vero, che se anche lei, nel suo primario commento avesse messo il soggetto a cui era indirizzato, io non sarei caduto in questo errore. Comunque la ringrazio per l'attenzione con cui dice di seguire il mio Blog e non deve dolersi per l'intrusione in "casa mia", perchè la porta è sempre aperta a tutti e non c'è "chiave", come avrà ben veduto, nella serratura.
Il sig. Dario Petrolati, ora chiamato in causa, è adulto, culturalmente più preparato di me ed in grado, quindi, di difendersi da solo, senza la mia difesa d'Ufficio, cosa che credo provvederà senz'altro a fare rispondendole come meglio crederà opportuno.
La ringrazio nuovamente e le porgo i miei più distinti ossequi.

www.dariopetrolati.it ha detto...

Al Sig. Anonimo che data 31 gennaio.
Mi scuso per il ritardo che porta la presente,ma avendo problemi tecnici al p.c. solo ora posso evadere la Sua già detta.
So che non è garbato e manco corretto rispondere e corrispondere con chi riprende , forse per spirito?,lo scritto o il pensiero di chi si firma, ma io poichè ho il vezzo di chiamarmi sempre per nome e cognome non bado troppo a chi mi riprende o corregge.
Ho sempre da imparare anche da quassù,ma se a volte mi si vuole insegnare garbatamente gradirei sapere anche cosa e come potermi giustificare, se del caso,stavolta vorrei sorridere, eppoi ci penso chè magari Lei sig.Anonimo potrebbe comprendere ciò che io non voglio nè dire e men che meno pensare.
Allora se vuol essere anche cortese mi voglia specificare ove son caduto e se posso sperare in un esame di riparazione oppure , come credo, sia meglio impiegare il reciproco tempo in avvenimenti costruttivi e molto più utili ad entrambi.
L'occasione mi è gradita per salutarla ed augurarle cose che lei desidera.
Sempre comunque per leggerla ove e quando vuole.
dario.

enrico dignani ha detto...

Caro sig.Giannini il suo blog è fra i più interessanti e a volte il più interessante di Senigallia. Lo stile da discorso in frantumi
faticoso certo, ma interessante se approfondito e se ci si interessa di poesia in senso ampio, il nostro caro amico Poeta Dario è una licenza poetica vivente un valoroso naufragar in questo mare dell'ordinario che ci è tanto caro.
E'comunque simpatica pure la brutalità del signore richiama all'ordine Dario.Ciao a tutti.

Anonimo ha detto...

Petrolati, lasci stare il discorso dell'anonimo e rilegga quello che ha scritto.
A parte il primo capoverso il resto è illeggibile.
Errori di battitura ?
Lingua diversa ?
Mi spieghi cosa vuol dire con:
"Si sente sempre parlare di campi avanzi a chi la sa più lunga sulla raccolta differenziata i fossi ripieni le strade il cemento."
Cosa sono i campi avanzi ?
e la frase i fossi ripieni le strade il cemento ?
Saluti

Ps. Giannini le confermo che dopo questo commento smetto. Il suo blog è troppo interessante per continuare su questi discorsi da osteria.

enrico dignani ha detto...

Anche Picasso(prima metà del 900) è illeggibile ma convenzionalmente
a ricevuto credito, tutta la ricerca scientifica che va a vuoto è a credito, Dario omette le virgole fa un prototipo di sintassi che prevede liste di riferimenti in sintesi e chissà cos'altro,agisce,partecipa,forse non scopre l'America,ma sono le milioni(forse miliardi)di persone
come lui(*)che in qualche modo sistematico o meno che sia alimentano(*)il pensiero astratto fondamento dell'intelletto.
Questo è grosso modo quello che penso,vale o meno non sò, ma procede per dialettica e si adegua a qualsiasi nuovo illuminato
ordine.
La sua è una critica lucida e simpatica sicuramente a proposito.
Scusate se mi sono intromesso e tanto più se ho scritto cazzate.
ciao.

www.dariopetrolati.it ha detto...

Il caro amico Enrico mi spinge ed è per riguardo a lui che rispondo tornando su questo gioco non gioco che l'anonimo pare interessato o divertito non so
Di certo Enrico oltre che intelligente ed educato ha espresso molto meglio del sottoscritto quanto forse avrei potuto dire io stesso
Ora la cosa mi pare acida e litigare perchè? con chi? non concepisco questo dialogo sì basso
Mi spiace per Franco chè certe effusioni sul suo bel blog non merita siano rivelate ma siamo in tanti ed ognuno cerca quel che vuole con i mezzi che possiede
Mi interesso di altro e con educazione
Cordialità e saluti a chi li accetta.
dario

LorenzoMan ha detto...

Non dovevamo parlare di rifiuti?

Quando partì la raccolta differenziata, pensammo, con alcuni amici tra cui Quilly, di realizzare un opuscolo diciamo alternativo.
Si volevano colmare quelle lacune lasciate (soprattutto nel settore "plastica") dal Cir33, che parlava di "blister", "bachelite", ecc.
Pensavamo, ogni volta che ci imbattevamo in un oggetto da gettare di dubbia destinazione, di scattargli una foto, informarsi sull'esatta collocazione del rifiuto ed appuntarcelo, fino a realizzare una specie di vademecum del "rifiuto difficile".
Se il Consorzio dice che la raccolta della plastica è disastrosa, non dovrebbe far altro che segnarsi i rifiuti che più la contaminano, fargli una foto (tanto per farci capire cos'è un blister o un pezzo di bachelite) e farci sapere dove stiamo sbagliando.
Di suggerimenti e proposte migliorative, poi, solo in questo sito ne sono state date tante, come nel forum del Cir33. Altro che Ispettore!
Si dessero una mossa invece di sedersi sul quel poco che è stato fatto e la smettessero col giochino "funziona = siamo bravi noi/non funziona = sono stupidi i cittadini".